Il patto del Nazareno? Quel giorno dell’accordo non c’era D’Alema. Era un incontro con Berlusconi, che ha tanti limiti, ma non è di sinistra”. Sono le parole del leader del Pd, Matteo Renzi, ospite di Enrico Mentana nel suo Bersaglio Mobile, su La7. Ed è proprio il direttore del TgLa7 a chiedere con stupore: “Chi?”. “Berlusconi. Così mi risulta”, ribadisce l’ex presidente del Consiglio. “Ah, pensavo che si riferisse a D’Alema”, ironizza Mentana. Il vis-à-vis è cadenzato da stoccate e battute dei due interlocutori. Renzi precisa di non cercare intese elettorali: “Voglio portare il Pd al 40%, così governiamo da soli. Trovo veramente insopportabile questo dibattito sugli accordi”. Poi si pronuncia sull’arrivo del comico Corrado Guzzanti a La7: “Sarebbe un onore essere imitato da lui. Faccio i complimenti al direttore di rete Andrea Salerno, l’ingaggio di Guzzanti è un colpo straordinario. Lui, caspita, è il non plus ultra”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vittorio Feltri: “M5s? Chi li vota ne ha piene le scatole e vi manda a fare in culo. Non mi invitate più, mi sono rotto i coglioni”

next
Articolo Successivo

Renzi vs Mentana: “Khomeini? Era il dittatore dell’Iran”. “Veramente era un’autorità religiosa”

next