Un accordo storico per portare le Olimpiadi direttamente sui cellulari. È quanto prevede il matrimonio tra Tim e Discovery, che ha comprato i diritti televisivi di PyeongChang 2018 e Tokyo 2020. I clienti di telefonia mobile – per la prima volta al mondo – avranno quindi un accesso privilegiato che permetterà loro di vedere i Giochi sul proprio smartphone. Tim, infatti, trasmetterà in qualità di “official mobile broadcaster‘ su un canale dedicato news, highlights e sintesi di tutte le gare permettendo così agli appassionati di seguire le gare in qualsiasi posto si trovino.

“La partnership con la più grande compagnia di telefonia in Italia contribuirà a offrire la migliore esperienza di visione dei Giochi Olimpici a milioni di utenti. Questo primo accordo mondiale rappresenta una vittoria soprattutto per i fan che vogliono fruire di contenuti esclusivi dei Giochi ovunque e quando lo desiderano”, ha dichiarato Jean-Briac Perrette, presidente e Ceo di Discovery Networks International che ha acquisito i diritti per la trasmissione delle due Olimpiadi e in Italia trasmetterà attraverso il canale Eurosport.

E l’accordo, tra l’altro, non si limita ai Giochi invernali in Corea del Sud e a quelli estivi in Giappone. Per il primo anno, infatti, verranno trasmessi su mobile tutti gli eventi di Eurosport Player che detiene diritti anche del Roland Garros, dei mondiali di nuoto e atletica, dell’EuroCup di basket e di Tour de France e Giro d’Italia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Popolari venete, via libera al decreto sul salvataggio. Padoan: “Mobilitate risorse fino a 17 miliardi”

next
Articolo Successivo

Popolari venete, analisti: “Affare per Intesa. Fino a 390 milioni di utili in più”. Per Bankitalia “lo Stato non perde nulla”

next