Sedata, soffocata e forse anche filmata in pose oscene: spuntano nuovi dettagli sulla morte di Anastasia Shakurova, la trentenne russa uccisa insieme al fidanzato dall’ex compagno, Stefano Perale. La donna era al quinto mese di gravidanza. Secondo il Messaggero, dopo averla stordita con un narcotico, Perale l’avrebbe filmata in pose esplicite “di natura sessuale“. La prova, riferisce sempre il quotidiano, sono due diversi filmati contenuti nella galleria multimediale del telefono del professore, subito inviato alla scientifica di Roma per evitare qualsiasi rischio di contaminazione della prova. La cronologia dei file custoditi nel telefono potrebbe anche essere decisiva per ricostruire l’esatta dinamica di quanto è avvenuto, soprattutto per colmare la lacuna temporale fra l’omicidio e la chiamata al 113: “Venite, ho ucciso due persone”.

Stefano Perale, professore di 50 anni, la sera del 18 luglio ha invitato la sua ex compagna a cena insieme al nuovo fidanzato, l’ingegnere Biagio Junior Buonomo. Secondo le prime ricostruzioni avrebbe stordito la coppia prima di ucciderli, colpendo alla testa l’uomo e soffocando la donna: tuttavia si attende la conferma degli esami tossicologici e dell’autopsia. È stato lo stesso Perale a costituirsi ai carabinieri per confessare il delitto.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Bergamo, uomo investito mentre tentava di aggredire una donna: lei nega una relazione. La procura: “Nessun reato”

prev
Articolo Successivo

Genova, uccide il convivente a coltellate e tenta il suicido. “Mi picchiava sempre”

next