Dal Movimento 5 stelle a Forza Italia. Il salto che nessuno dall’inizio della legislatura aveva osato fare, lo firma la deputata Vincenza Labriola. Ex grillina e fuoriuscita dal gruppo autonomamente già a giugno 2013 (a meno di un mese dall’ingresso in Parlamento), è stata per quattro anni nel Misto. Fino a qualche giorno fa quando, dopo un incontro addirittura con Silvio Berlusconi e con il capogruppo a Montecitorio Renato Brunetta, ha deciso di aderire a Fi. “Aderisco”, ha annunciato su Facebook la stessa Labriola, “per dare ulteriore impulso alle battaglie di civiltà che dall’inizio della legislatura conduco per la mia Taranto. Ho condiviso con il presidente Berlusconi e con il presidente Brunetta un progetto di rilancio per il capoluogo ionico certa che un impegno concreto e corale a favore di una città che da troppo tempo vive in condizioni di grave emergenza, possa facilitare prospettive di reale cambiamento”.

L’ex Cavaliere, da sempre avversario politico dei 5 stelle, ha applaudito alla scelta della Labriola. “E’ una decisione particolarmente significativa”, ha detto in una nota, non soltanto perché è “una donna che ama con passione la propria città e il proprio territorio, ma perché, eletta con il Movimento 5 stelle, si è resa conto nella quotidianità del lavoro parlamentare che il vero cambiamento, la vera capacità di rinnovare la politica, sta invece in Forza Italia”. E ha quindi detto che con l’aiuto della deputata, Forza Italia si concentrerà sulle battaglie per far rinascere Taranto: “Con Vincenza faremo battaglie importanti per una delle città del mezzogiorno che più hanno sofferto della cattiva politica in questi anni. Le vicende dell’Ilva, sia sul piano dell’occupazione che su quello della tutela della salute, hanno fatto molto parlare di una città che merita ben altro. Il fatto che parlamentari di valore come molte altre persone nel Paese, guardino a Forza Italia con speranza e fiducia conferma che le nostre battaglie di libertà, contro l’oppressione fiscale, l’oppressione burocratica, l’oppressione giudiziaria possano essere condivise dalla maggioranza degli italiani”.

Nei giorni scorsi anche l’ex fittiano Rocco Palese è tornato in Forza Italia e sono attese nuove adesioni. Ad un passo da Fi sarebbe anche la deputata Nissoli Angela Rosaria Fucsia, eletta nel 2013 nelle liste ‘Con Monti per l’Italia’ nella circoscrizione italiani all’Estero ‘America settentrionale e centrale’. Tra i corteggiati dal Cav pure i deputati di Scelta Civica, Valentina Vezzali e Angelo Antonio D’Agostino; Mauro Ottobre del gruppo Misto a Montecitorio. In serata, con l’innesto di Labriola, il gruppo di Fi alla Camera guidato da Renato Brunetta è salito a quota 52.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ius soli in Italia? Ecco perché sarebbe una follia

prev
Articolo Successivo

Consip, Marroni accerchiato e annientato. Si dimettono Ferrara e Ferrigno, decade il cda. L’indagato Lotti resta al suo posto

next