19 arresti domiciliari, oltre 50 perquisizioni e 75 indagati. L’accusa è quella di aver messo in piedi quello che la Procura di Parma considera un vero e proprio sistema di corruzione nel settore della terapia del dolore. I manager di alcune aziende farmaceutiche, secondo l’inchiesta, pagavano per avere i risultati di sperimentazioni farmaceutiche o di dispositivi biomedicali portate avanti senza il consenso dei pazienti. Potevano organizzare inoltre congressi di aggiornamento medico direttamente, nonostante la legge lo vieti. Perno di questo sistema, secondo i Carabinieri, era Guido Fanelli, primario di anestesia e rianimazione a Parma e luminare proprio nel settore della terapia del dolore. Per mascherare i giri di denaro due società di comodo sarebbero state create ad hoc: una di queste due società era proprietaria di uno yacht la cui manutenzione era di fatto a carico di una delle ditte coinvolte, e il cui fruitore sarebbe stato proprio Fanelli.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Marta Russo, a vent’anni dalla morte la verità della sorella Tiziana in un libro

next
Articolo Successivo

Grecia, turista 22enne beve cocktail con metanolo: perde la vista ed è costretta alla dialisi

next