È andato a “La pazza gioia” il premio per il miglior film alla 61esima edizione dei Premi David di Donatello. La pellicola è firmata da Paolo Virzì, che è stato premiato anche come miglior regista. Il premio come miglior attore protagonista è andato invece a Stefano Accorsi per il film “Veloce come il vento” mentre un David speciale alla carriera è stato invece conferito a Roberto Benigni.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

David di Donatello 2017, i vincitori: Valeria Bruni Tedeschi miglior attrice. Trionfa “La pazza gioia” di Virzì.

next
Articolo Successivo

David di Donatello, Bruni Tedeschi miglior attrice: “Molta gratitudine per questo film”

next