“Se ho letto della presunta irregolarità delle firme per la mia candidatura? Sì lo abbiamo letto, sono venuti anche in montagna. Abbiamo sempre risposto tramite i delegati di lista, che sono peraltro due avvocati, mi hanno rassicurato. Comunque effettueremo anche ulteriori accertamenti e verifiche. Ma da quello che mi viene rappresentato dai miei stessi delegati non c’è alcuna irregolarità”. Così la sindaca di Roma, Virginia Raggi, a margine di un’iniziativa al deposito Atac di Tor Pagnotta, ha commentato la denuncia delle Iene sulle presunte incongruenze nella raccolta firme per le amministrative.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Raggi, “incongruenze in raccolta firme”. Lei: “No irregolarità, ma verificheremo”. Di Maio: “Pd guardi in casa sua”

next
Articolo Successivo

De Luca, D’Anna (Ala): “Offesa la consigliera M5s? ‘Chiattona’ è una facezia”. Il senatore difende il governatore

next