Dopo una breve riflessione sulla crisi del comune di Roma, l’ex presidente della camera Gianfranco Fini, ospite insieme al direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio a Otto e Mezzo (La7), critica l’atteggiamento del M5S sulle accuse di diffamazione da parte di alcuni giornalisti. Il direttore del Fatto corregge la versione di Fini, precisando che i cinque stelle accusano giornali e giornalisti a proposito di falsità su voti comprati, fondi neri, voto di scambio: “Non c’è bisogno della stampa per screditare i 5 stelle a Roma perché già ci pensano da soli abbondantemente”, osserva Travaglio che aggiunge: “Però lo fanno per farli apparire come dei pasticcioni incapaci, aggiungendo accuse per farli apparire anche dei ladri. Il politico ha ragione quando deve tutelarsi dalle accuse, ma quello che non va bene è che faccia i nomi esponendoli al pubblico ludibrio”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

PADRINI FONDATORI

di Marco Lillo e Marco Travaglio 15€ Acquista
Articolo Precedente

M5s, Sorial vs Sarzanini (Corriere): “Lista Di Maio? Lei ha scritto articoli non verificati”. “Quell’elenco mi fa ridere”

next
Articolo Successivo

“Il precariato è un valore e Landini un buffone”. E Rondolino litiga col sindacalista a La7: “Siete dei bonzi”

next