È stata la madre a trovare il corpo senza vita della Daniela Roveri, 48 anni, dirigente d’azienda, sul pianerottolo di casa in via Keplero 11 nel quartiere Colognola di Bergamo. Sarebbe stata una coltellata alla gola ad uccidere la donna che aveva anche altre ferite da arma da taglio.

Sul caso indagano gli uomini della Squadra mobile che stanno cercando di ricostruire quanto avvenuto. L’assassino, non si sa se da solo, l’avrebbe sorpresa proprio mentre rientrava a casa. Al momento gli investigatori, che hanno ascoltato i vicini di casa della vittima, non escludono alcuna pista, compresa quella di una rapina finita nel sangue: a quanto si è appreso, infatti, sarebbe scomparsa una delle borse della vittima che, stando all’Eco di Bergamo, stava rientrando dalla palestra e aveva anche una borsa da lavoro e quella da palestra. A febbraio il quartiere era rimasto sotto choc per l’aggressione per rapina ai danni di un uomo che aveva parcheggiato l’auto nel garage di casa.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Milano, 62enne muore dopo essere precipitato da una terrazza del Duomo

next
Articolo Successivo

Angelo Epaminonda, morto a 71 anni il “Tebano”: l’ultimo re della mala milanese

next