C’è anche una cittadina italiana tra i dispersi di Berlino. Fabrizia Di Lorenzo, 31 anni, originaria di Sulmona. Anche lei potrebbe essere stata presente, ieri pomeriggio, al mercatino di Natale nella capitale tedesca su cui è piombato il Tir provocando 12 morti (leggi). Il telefonino della ragazza, scrive l’Huffington Post, è stato ritrovato sul luogo dell’attentato. Secondo il sito la giovane, che vive e lavora nella capitale tedesca da anni, non si è presentata a lavoro. L’azienda, contattata, però non ha fornito informazioni né rilasciato dichiarazioni. “Abbiamo capito che era finita stanotte all’una e mezza: siamo stati noi a chiamare la Farnesina, ma l’aiuto più grande ce lo hanno dato i carabinieri di Sulmona”, ha detto il padre di Fabrizia Di Lorenzo, Gaetano. “Ci siamo mossi coi nostri canali, ma da quanto mi dice mio figlio da Berlino, non dovrebbero esserci più dubbi – afferma – È lì con mia moglie in attesa del dna, aspettiamo conferme, ma non mi illudo“.

Fabrizia Di Lorenzo potrebbe anche trovarsi in qualche ospedale, dato l’elevato numero di feriti. Intanto la procura di Roma ha aperto un fascicolo, affidato al pm Francesco Scavo al vaglio del quale c’è già una prima informativa dei carabinieri del Ros.

Il numero di italiani a Berlino in questo periodo è molto alto: la Farnesina infatti sta cercando di identificare tutti i connazionali per accertarsi che non manchi nessuno all’appello. “Ci sono accertamenti ancora in corso a Berlino. Abbiamo indicazioni che ci portano a non escludere in questo momento l’ipotesi che ci possa essere una vittima italiana” dice il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, ma “attendiamo” le informazioni della magistratura tedesca sull’identità delle vittime.

Un appello per avere notizie su Fabrizia è apparso sulla pagina Facebook di Berlino Magazine, un sito di cultura e attualità in lingua italiana per il quale la ragazza aveva scritto alcuni articoli nel 2014.

Fabrizia su Twitter con il nick Fräulein F, si era laureata a Roma in Mediazione linguistico-culturale e dopo la prima triennale si era spostata a Bologna per finire gli studi in Relazioni internazionali e diplomatiche. Aveva poi conseguito con un master all’Università Sacro Cuore di Milano. La giovane vive nella capitale tedesca dal 2013 dove lavora per l’azienda di trasporti 4flow con mansioni di gestione di ordini e spedizioni. Nel profilo Linkedin si legge che la 31enne parla tedesco, inglese e francese. L’ultimo tweet di Fabrizia porta la data del 5 dicembre, in cui ha postato la scena del film “La meglio gioventù”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Cremona, non diagnosticarono tumore a 26enne: chiesto processo per due medici

prev
Articolo Successivo

Vatileaks 2, Papa Francesco concede libertà condizionale a monsignor Balda

next