“Anche per l’Aids #bastaunSì”. È il tweet pubblicato da Francesco Campanella, senatore di Sinistra Italiana, insieme a una serie di altri slogan per convincere a votare No al referendum costituzionale del 4 dicembre. Una provocazione che non è sfuggita alla rete e in molti su Twitter hanno attaccato indignati l’autore del contenuto. Tra questi anche Lorenzo Guerini, vicesegretario del partito democratico, che sullo stesso social network ha scritto: “Caro senatore Campanella, è inutile che ti affanni a cancellarlo ma questa schifezza ti rimarrà addosso per tanto tempo. Vergognati!” Campanella aveva infatti deciso di rimuovere quel contenuto dal suo account. Qualcuno però è stato svelto a fare lo screenshot del tweet e pubblicare l’immagine che ora inchioda il senatore alla responsabilità di quello che ha scritto.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Riforme, Renzi: “Io serial killer? Accusa falsa come le firme M5s a Palermo e non solo”

next
Articolo Successivo

Referendum, Romano vs Civati: “Mi fa pena vederti attaccare Napolitano come membro della casta”

next