Finita la recita scolastica, gli alunni della scuola elementare di Clarksbrug (West Virginia, Stati Uniti) salgono sul palco per ringraziare il pubblico. Ma quando è il turno di Caleb, un bambino di 6 anni affetto da autismo, la maestra, Mrs. Linsey, corre a strappargli via il microfono. “Oh no”, esclama Caleb, per poi mettersi a piangere. La scena è stata ripresa e postata sui social dalla mamma di Caleb, Amanda Riddle, suscitando indignazione e centinaia di messaggi di solidarietà. La scuola, ora, ha avviato un’indagine interna per far chiarezza sul gesto dell’insegnante. La mamma di Caleb, visibilmente scossa e in lacrime, ha raccontato che “il bambino era così felice di stare sul palco per la recita. Quando l’ho sentito gridare dopo il gesto della maestra mi si è spezzato il cuore”

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Trump, in corsa per il Pentagono il generale dell’assalto a Fallujah. Romney candidato a segretario di Stato

next
Articolo Successivo

Donald Trump, tutti i conflitti d’interesse del presidente: dalla famiglia al fisco via Fbi e sindacati

next