Da Milano, Stefano Parisi lancia il suo nuovo soggetto politico “Energia per l’Italia“. L’ex candidato sindaco di Milano rompe così con Silvio Berlusconi che gli aveva dato il compito di riunificare il centro-destra: “Non ho mai avuto un cordone ombelicale con Berlusconi. Gli ho proposto un processo di rinnovamento che inizialmente appoggiasse ma ha avuto dei ripensamenti. Non mi sono sentito tradito da Berlusconi, non eravamo mica fidanzati. Ma Forza Italia così non può andare avanti”. Parisi è poi tornato sulle divergenze con il segretario della Lega, Matteo Salvini: “Sull’Europa abbiamo idee opposte rispetto a quelle di Salvini, quindi ognuno andrà per conto suo”. Però la destra ha sempre avuto il bisogno della Lega per vincere le elezioni?: “Ormai il centro-destra e centro sinistra cosa sono? Lo dimostra il voto degli Stati Uniti. Trump con chi stava, con gli operai o con le èlite? In Italia con le èlite ci sta Renzi: è supportato dalle grandi aziende italiane compresa Mediaset”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

De Luca, Bersani: “Attacco a Bindi? Cose strabilianti. Nel Pd ormai c’è un po’ di tutto”

prev
Articolo Successivo

Renzi, passo dopo passo su giustizia e infrastrutture promesse mantenute (con molti ma). Lo scoglio? La prescrizione

next