Dal ponte 218 in località San Polo, alla periferia di Brescia, in serata sono caduti alcuni calcinacci sull’autostrada A4. Nessuna automobile colpita e nessun ferito, ma l’accaduto ha fatto tornare alla mente il crollo del cavalcavia in provincia di Lecco. Anche per questo motivo, a scopo precauzionale è stato subito chiuso alla circolazione (e successivamente riaperto dopo qualche ora) il tratto dell’Autostrada in direzione Venezia per permettere a chi di dovere di valutare cosa effettivamente sia accaduto all’infrastruttura. Al lavoro i vigili del fuoco di Brescia, che devono stabilire l’esatta portata del danno riportato. Sul posto sono intervenuti sei vigili del fuoco, accompagnati dal comandante, l’ingegnere Carrolo, dal vice comandante ingegnere Dadone e dal capo turno Beltrami. L’arteria è stata chiusa per un breve periodo di tempo in entrambe le direzioni prima di essere riaperta al traffico solo la circolazione in direzione Milano. Successivamente la circolazione è stata riaperta anche in direzione Venezia: i vigili del fuoco intervenuti hanno messo in sicurezza l’area del cavalcavia da dove erano caduti i calcinacci.Immediatamente chiuso al traffico anche il ponte, che è una via comunale nel territorio di Brescia. Sull’autostrada si sono create lunghe code in entrambe le direzioni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Radio Maria scomunicata dal Vaticano dopo le parole sul terremoto: “Offensiva e scandalosa”

next
Articolo Successivo

Terrorismo, siriano arrestato in Calabria: ‘Vicino ad Al Qaeda, inneggiava a martirio’

next