“La falsa notizia nelle agenzie de l’Osservatore Romano contro la giunta Raggi è stata una porcata”. E’ il duro commento di Peter Gomez, direttore de ilfattoquotidiano.it, a ‘Coffee Break‘ su La7 dopo che l’informazione non veritiera diffusa dalle agenzie sulla presa di posizione del Vaticano sul sindaco della Capitale Virginia Raggi. “C’è stata una campagna stampa singolare ed io sono stato protagonista indiretto della falsa notizia delle critiche del Vaticano alla giunta capitolina. Noi non abbiamo l’abbonamento all’Osservatore Romano quindi ci fidiamo” spiega il giornalista. Poi continua: “La mattina dopo mi accorgo che l’articolo era sul maltempo. Tutti i maggiori quotidiani hanno questa notizia d’apertura sulla prima pagina, e mi rifiuto di credere che non avessero visto quell’articolo. Io mi sono corretto immediatamente – precisa Gomez – e i direttori di quei giornali si dovrebbero guardare allo specchio compresi i colleghi del cdr. Fermo restando le critiche ai 5stelle – conclude – non possiamo chiedere agli altri di scusarsi se non ci scusiamo noi nei giornali”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Turchia, con il Nobel Pamuk contro il bavaglio di Erdogan

prev
Articolo Successivo

‘Fucilare Renzi’? Caro direttore, si può manifestare il dissenso anche senza violenza

next