I sotterranei del Palazzo di Giustizia di Milano sono infestati da topi, scarafaggi e qualche scorpione. A dare l’allarme sono stati i dipendenti. Assieme agli animali sono stati trovati anche vecchi arredi abbandonati, cataste di scatoloni con dentro vecchi corpi di reato e un giaciglio per consentire a qualcuno di trascorrere la notte.

Al momento però non è possibile effettuare la disinfestazione e la derattizzazione perché il contratto con il Comune di Milano, che si occupa della manutenzione, è scaduto. Nei giorni scorsi circolava una foto di un piccolo scorpione. Preso d’assalto anche un frigorifero che è stato trasportato da un ufficio al cortile per essere buttato perché pieno di insetti. Secondo alcune indiscrezioni sarebbero state infestate anche qualche stanza al sesto e settimo piano.

La questione dovrà essere affrontata dal ministero della Giustizia, che oltre l’emergenza topi dovrà anche decidere per la rimozione dei corpi di reato sequestrati, in alcuni casi anche di quindici anni fa, imballati in scatoloni sempre nei corridoi sotterranei.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Terremoto, non diventiamo un Paese di tagliatori di teste

prev
Articolo Successivo

Costa Concordia, l’ultimo viaggio prima della demolizione. “Percorso breve e manovra lenta” – FOTO

next