In occasione del 36° anniversario della strage alla stazione di Bologna anche i rappresentanti della Comunità islamica di Bologna hanno voluto marciare portando un loro striscione con su scritto: “Contro tutti i terrorismi”. “Siamo qui per urlare la nostra voce per rimarcare, ancora un’altra volta la nostra totale condanna di qualsiasi forma di terrorismo, qualsiasi forma di violenza”, ha spiegato Yassine Lafram, coordinatore della Comunità. Poi assicura: “Abbiamo alzato il livello di attenzione, stiamo attenti alle moschee e ai nostri centri di cultura islamica, ai potenziali cattivi maestri. E, nel caso ci fosse un malvivente, lo denunciamo” (leggi l’articolo integrale)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Rimini, personale medico e di prevenzione: “Droga? Molti i minorenni intossicati gravi da metanfetamine”

next
Articolo Successivo

Strage di Bologna, in piazza anche i musulmani ‘contro tutti i terrorismi’

next