“Abbiamo fatto la ‘prova del silenzio’, per cercare di sentire i lamenti delle persone incastrate. Nessuna risposta purtroppo. Al momento stiamo facendo le constatazioni di decesso“. Così ai microfoni di TgNorba Cosimo Cannito, responsabile del Pronto Soccorso di Barletta, sulla situazione attuale conseguente all’incidente ferroviario avvenuto questa mattina in Puglia. Il medico conferma il numero delle vittime: “Sono 14 accertate, non ancora identificate. Ci sono ancora persone incastrate tra le lamiere, ma non credo che siano vive. Quindi, il bilancio potrebbe salire”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Scontro Treni, le immagini dal luogo dell’incidente: vagoni accartocciati e soccorsi

next
Articolo Successivo

Sardegna, partorisce sul traghetto ma la neonata muore: polemiche per la mancanza dell’elisoccorso

next