I magistrati di Milano chiederanno l’archiviazione della posizione del sindaco di Milano Giuseppe Sala nell’inchiesta sull’autocertificazione imposta per legge a chi lavora nella pubblica amministrazione. Come ha scritto oggi il Fatto Quotidiano Sala è indagato per aver omesso di dichiarare una casa in Svizzera, un’immobiliare in Romania e una società. Per la procura si tratta di un illecito amministrativo, con il fascicolo penale da archiviare. L’inchiesta era nata da un esposto dell’ex capogruppo di Fratelli d’Italia Riccardo De Corato.

Sala era stato interpellato sulla questione nella sua prima uscita pubblica, alla cerimonia per l’anniversario della fondazione della Guardia di Finanza. “Non sono al corrente ma non commento comunque” ha detto Sala. Intanto oggi l’ex ad di Expo diventato sindaco si è dimesso dalla carica di consigliere di Cassa depositi e prestiti, “per sopraggiunti impegni professionali conseguenti all’elezione a sindaco”.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Roma, arrestato per corruzione su appalti gestione campi nomadi aveva in affidamento bene confiscato alla mafia

prev
Articolo Successivo

Banche popolari, pm: “Archiviazione per intermediario, ma altri filoni ancora aperti”. Nell’inchiesta sentito Renzi

next