La Uefa ha aperto un procedimento disciplinare nei confronti di Croazia e Turchia per i disordini provocati dai loro tifosi durante le partite di ieri di Euro 2016, rispettivamente contro la Repubblica Ceca, terminata 2-2, e la Spagna, match vinto dagli iberici con un netto 3-0.

Entrambe le federazioni potrebbero ricevere sanzioni non meglio specificate “per il lancio di oggetti e fumogeni”, si legge in una nota da parte dell’istituzione che governa il calcio europeo. La Croazia dovrà rispondere anche per i “comportamenti razzisti” dei propri sostenitori in occasione della gara pareggiata contro i cechi mentre la Turchia è accusata per l’invasione di campo durante la sfida persa contro le Furie rosse. La decisione in merito è stata fissata per lunedì 20 giugno.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Italia-Svezia 1-0, ha avuto ragione Conte. Ma senza gioco e fantasia serve un piano B per puntare in alto

next
Articolo Successivo

Europei 2016, Ibrahimovic: “Con Chiellini ce le siamo date? No, altrimenti sarebbe in ospedale”

next