Alla vigilia degli Europei di Francia, il calciomercato della Juventus si accende. Sempre più vicino alla società bianconera è Miralem Pjanic. Il club di Torino avrebbe messo sul piatto per il centrocampista della Roma una cifra tra i 30 e i 35 milioni di euro: il contratto del giocatore va in scadenza nel 2018 (clausola di rescissione di 38 milioni) e il nazionale bosniaco aveva già fatto presente ai giallorossi di non volerlo prolungare oltre i termini prefissati.

Il dg bianconero Beppe Marotta è stato nella capitale per incontrare i vertici dell’AS Roma: il centrocampista potrebbe arrivare a Torino già questo week end. Intanto oggi il presidente giallorosso James Pallotta, incalzato dalle domande dei giornalisti sulla eventuale cessione di Pjanic, ha risposto litigando con i cronisti: “Lasciatemi in pace”.

Il Real Madrid ha offerto 120 milioni di euro per Pogba – Sirene spagnole sempre più insistenti, invece, per il giovane campione francese. A lungo accostato al Barcellona, il talentuoso centrocampista, attesissimo protagonista agli Europei, è entrato nel mirino dei blancos. Secondo i media iberici nell’incontro della prossima settimana con i vertici bianconeri per parlare di Alvaro Morata, i dirigenti dei campioni dell’ultima edizione della Champions League lanceranno l’assalto al centrocampista mettendo sul piatto la strabiliante cifra di 120 milioni. Nell’operazione potrebbe anche rientrare il prestito dell’ex interista Mateo Kovacic.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Matteo Renzi in visita alla Nazionale nel ritiro pre-Europeo di Coverciano

next
Articolo Successivo

Coppa America 2016, Brasile eliminato dal Perù con un gol di mano. Dunga: “Non temo l’esonero” – Video

next