Pochi giorni fa, a Istanbul, era toccato a un gatto. In Spagna, invece, l’invasore di campo è stato un animale decisamente più inusuale. Durante il primo turno del torneo di MadridLeonardo Mayer ha dovuto improvvisarsi ‘cacciatore di pipistrelli‘. La metà campo del tennista argentino, impegnato nel match del primo turno contro Feliciano Lopez, è stata occupata dall’animale notturno. Spaesato, il pipistrello non riusciva a riprendere il volo, così Mayer è intervenuto per avvolgerlo nel suo asciugamano e consegnarlo a un raccattapalle

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Paolo Maldini, l’omaggio dell’Athletic Bilbao: 40mila in piedi ad applaudirlo. E lui si commuove

next
Articolo Successivo

Leicester, tutti a casa del bomber Vardy. Ed esplode la festa dei calciatori campioni d’Inghilterra

next