Una donna kamikaze di 25 anni si è fatta esplodere nel pomeriggio nei pressi della centrale moschea Ulu a Bursa, nel nord-ovest della Turchia. L’ufficio del governatore ha confermato la notizia e a riportarlo per prima è stata la Cnn Turk. La ragazza che si è fatta esplodere è morta, mentre altre 13 persone sono rimaste ferite in modo lieve.

Secondo il quotidiano Sabah, che cita fonti della polizia, l’ordigno che la donna portava addosso è esploso prima del previsto, limitando i danni e le vittime. Non è chiaro se l’attentatrice sia l’unica vittima. In un primo momento la tv statale Trt aveva parlato di una fuga di gas.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Regeni, 15 giorni di proroga per il fermo del consulente. Egitto: “Il suo arresto non c’entra col caso di Giulio”

prev
Articolo Successivo

Venezuela, dipendenti pubblici lavoreranno solo due giorni a settimana per risparmiare energia

next