Il meglio deve ancora venire. Tra domenica sera (Juventus-Inter) e lunedì (Fiorentina-Napoli) si ingarbuglieranno la zona scudetto e Champions League, oppure ci sarà una schiarita importante nei valori tra le squadre d’alta quota. Intanto però si delinea la prepotente risalita della Roma, impermeabile alla polemica Spalletti-Totti e capace di prendersi la sesta vittoria consecutiva spinta da El Shaarawy (4 gol e 1 assist in 6 partite da giallorosso). Si delinea anche la zona salvezza: il weekend ha messo di fronte lepri e inseguitrici e hanno avuto la meglio le lepri, ribassando le chance di permanenza di Carpi, Frosinone e Verona. Gli emiliani pareggiano contro l’Atalanta, i ciociari crollano a Genova contro la Sampdoria e il Verona si arrende all’Udinese spinta dai gol di Badu e Thereau. La squadra di Stellone, terzultima, deve ora recuperare quattro punti sul Palermo, prima delle salve. La missione si fa molto complicata. Vittoria della tranquillità probabilente definitiva per il Chievo che manda k.o. il Genoa con Castro.

RISULTATI (tra parentesi gli assist)

EMPOLI-ROMA 1-3: 5’ El Shaarawy, 22’ Zukanovic (aut), 27’ Pjanic, 74’ El Shaarawy
Ammoniti: Pucciarelli (E); Perotti, Pjanic (R) Espulsi: Mario Rui (E)

 
Se l’arrivo di Pallotta, atteso lunedì nella capitale, darà altri impulsi positivi, fate attenzione alla Roma. Perché la cura Spalletti ha definitivamente avuto i suoi effetti. I giallorossi hanno superato a pieni voti anche il delicato passaggio del post diverbio tra l’allenatore e Francesco Totti. Dopo la cinquina al Palermo, arriva il tris all’Empoli nel segno di Stephan El Sharaawy, autore della doppietta che ha steso i toscani. Il Faraone – così come Perotti – ha cambiato faccia alla squadra, nuovamente prolifica e, come ha sottolineato Spalletti, anche con voglia di correre e aiutarsi. Comunque andrà il posticipo tra Fiorentina e Napoli, la Roma avrà solo da guadagnarci: in caso di pareggio sarà terza con i viola e avrà recuperato 2 punti sul secondo posto (virtualmente a -5). Se Paulo Sousa dovesse vincere dovrà ancora inseguire la Champions ma il distacco dagli azzurri scenderebbe a 4 punti. Se invece Sarri dovesse ritrovare la vittoria perduta, ecco materializzarsi il profumo di Europa. Una partita da “tripla”: comunque vada, lunedì sera Spalletti avrà di che gioire. Sono gli altri a doverlo temere.

MILAN-TORINO 1-0: 44’ Antonelli
Ammoniti: Abate, Boateng (M); Glik (T)

Nove risultati utili di fila, appena due sconfitte nelle ultime 20 partite, e ora… forza Napoli. Già perché per mettere a frutto la vittoria contro il Torino, firmata da Antonelli, il Milan ora deve tifare la squadra che la scorsa settimana l’aveva spinta a -8 dal terzo posto, ovvero dalla Fiorentina. I rossoneri confermano di aver trovato equilibri stabili e anche quando Bacca stecca, c’è sempre qualcuno che prende il suo posto e regala i tre punti. Questa volta tocca ad Antonelli ma stupisce sempre più la coesione del gruppo. Il collante è Sinisa Mihajlovic, che potrà anche non piacere al presidente Silvio Berlusconi ma ha dalla sua tutto lo spogliatoio (vedesi dichiarazioni di Abbiati, Abate e Honda). Al coro ora si è aggiunto anche il tifo: la curva contesta da mesi la società, ha spesso punzecchiato anche tecnico e giocatori, ma ora si è stretto attorno all’allenatore serbo e al suo gruppo. L’impresa è titanica ma, dopo la Roma, la squadra più in forma tra quelle in lotta per un posto in Champions è proprio il Milan.

PALERMO-BOLOGNA 0-0

Ammoniti: Vitiello, Morganella, Chochev (P); Diawara (B)

CARPI-ATALANTA 1-1:  48’ Kurtic (D’Alessandro). 75’ Verdi (rig)

Ammoniti: Lollo, Gagliolo (C); Bellini, Diamanti (A)

CHIEVO-GENOA 1-0: 51’ Castro (Cacciatore)

Ammoniti: Radovanovic, Gobbi (C); Dzemaili, Ansaldi, De Maio (G)

SAMPDORIA-FROSINONE 2-0: 44’ Fernando (De Silvestri), 69’ Quagliarella

Ammoniti: Correa, Quagliarella, Krsticic, Silvestri, Moisander (S); Frara, Sammarco (F)

UDINESE-VERONA 2-0: 31’ Badu (Di Natale), 56’ Thereau

Ammoniti: Felipe (U); Pazzini, Bianchetti, Fares(V)

JUVENTUS-INTER (ore 20.45)

LAZIO-SASSUOLO (lunedì ore 19)

FIORENTINA-NAPOLI (lunedì ore 21)

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Serie A, 27° turno: per la Roma dura trasferta a Empoli. Lotta scudetto a distanza: Juve-Inter e Fiorentina-Napoli

prev
Articolo Successivo

Juventus-Inter 2-0: Bonucci e Morata disinnescano il catenaccio di Roberto Mancini – Video

next