A tre anni esatti dal lancio e dopo più di 515.000 unità vendute, la Peugeot 2008 si rinnova per mantenere la sua posizione sul podio del mercato europeo dei piccoli Suv dal quale non è mai scesa. La crossover francese, tuttavia, non ha mai nemmeno raggiunto la prima posizione, superata prima dalla Nissan Juke e poi dalla Opel Mokka, mentre al primo posto, nell’ultimo triennio, è rimasta stabile la Renault Captur. Quindi, visto che il primo motivo di acquisto per i clienti europei è sempre il design, è in questo campo che i designer Peugeot sono intervenuti maggiormente, per rendere la 2008 più appetibile. Lo stile ora appare più “maschio” e si adegua al family feeling del frontale inaugurato con la nuova 308. È totalmente cambiata la griglia anteriore, ma ci sono anche nuove protezioni plastiche nella parte bassa e inediti gruppi ottici tridimensionali, ma anche un nuovo spoiler posteriore e una gamma colori arricchita di nuove tinte. Sempre parlando di estetica, sulla 2008 restyling debutta (come già accaduto su altri modelli Peugeot) un nuovo allestimento chiamato GT Line, che va ad aggiungersi ai precedenti Access, Active e Allure, portando una caratterizzazione più “sportiva” dell’auto.

Include i cerchi in lega da 17 pollici e una tinta bi-colore, mentre le finiture cromate esterne diventano nere. All’interno, invece, prevede la pedaliera in alluminio, la strumentazione rossa e il rivestimento in pelle pieno fiore per il volante, la cuffia del cambio e quella del freno a mano. A questo proposito, gli interni di tutte le versioni hanno nuove finiture e il sistema di infotainment è stato aggiornato con le funzioni MirrorLink e MirrorScreen unitamente alla compatibilità con Apple CarPlay. Tra i sistemi di assistenza alla guida, invece, fa il suo debutto la frenata automatica urbana fino a 30 km/h. Per il resto, la gamma non cambia e si sviluppa intorno a due motori: il 1.2 benzina Puretech (da 82, 110 e 130 CV) e il 1.6 diesel BlueHDi (da 75, 100 e 120 CV). Confermato anche il pacchetto GripControl, che oltre alla gestione elettronica della trazione con la simulazione del differenziale autobloccante, prevede anche i pneumatici M+S Goodyear.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Maserati Levante, svelata la nuova sport utility del Tridente. Anche in cent’anni di storia c’è spazio per una prima volta

next
Articolo Successivo

Mirrow Provocator, la Smart che viene dal freddo. Russa e super economica

next