Il capogruppo al Senato del Pd Luigi Zanda, all’ingresso dell’hotel Parco dei Principi di Roma dove è in corso l’Assemblea nazionale del partito, cerca di smarcarsi dalle domande sul destino del ddl Cirinnà sulle unioni civili. “Le mediazioni son tutte fattibili purché non modifichino l’impianto della legge”, risponde Zanda a chi gli chiede un commento alla proposta del ministro Beatrice Lorenzin che prevedeva un passo indietro sulle adozioni. Ma voi puntate a recuperarli i voti di Ncd? “Certo, vorremmo. Vorremmo dall’inizio”, ribatte sibillino il senatore Zanda, mentre all’assemblea le voci di una effettiva apertura al partito di Alfano si rincorrono. E’ la fine delle norme sulla stepchild adoption? Renzi dal palco: “Le unioni civili sono al bivio, o M5S vota la legge o si va verso un accordo di governo sul quale mettere la fiducia” Il premier non nomina Ncd, ma sembra chiaro che l’accordo di governo si fa con gli alleati. Intanto, all’esterno dell’Assemblea, le associazioni lgbt manifestano: “Qui per controllare, la legge deve passare così com’è”

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Cofferati: “Caro Civati, corri a Milano e la sinistra sarà al tuo fianco”

prev
Articolo Successivo

Renzi, battute sul M5S all’assemblea Pd. Poi imita la Taverna: “Ce fanno er gomblotto”

next