Il M5s denuncia il muro di silenzio da parte dal governo sul problema amianto. “Nessun euro nella legge di stabilità, nessun piano nazionale, è vergognoso, la situazione è catastrofica” affermano i parlamentari pentastellati Michele Giarrusso e Gianluca Castaldi in una conferenza stampa organizzata al Senato. Ed è il primo rapporto dell’Ona, Osservatorio nazionale amianto, a darci contezza della situazione a vent’anni dalla legge che bandì questo materiale nel nostro Paese. Seimila decessi nel 2014, 40 mila siti contaminati, un milione di micro-siti, duemila e quattrocento scuole in cui l’amianto è presente, in totale quaranta milioni di tonnellate nel territorio capaci di ricoprire in superficie i 250 km del Lago di Como. “Le stime ufficiali del’Inail considerano soltanto i decessi per mesotelioma, ma ci sono numerosi casi di tumore ai polmoni e altre patologie da considerare – spiega l’avvocato Ezio Bonanni presidente dell’Osservatorio – si registrano picchi di incidenza di tali patologie a Gela, nel ragusano, a Taranto, a Crotone, nel Lazio, in Piemonte, serve utilizzare la leva fiscale, sgravi per avviare le bonifiche, serve una volontà politica che per adesso manca”. “Si continua a morire di amianto, ci si ammala con costi sociali elevatissimi più alti dei costi utili per effettuare una reale bonifiche del territorio, e si continua a importare amianto dall’India, cosa paradossale, nonostante i divieti” conclude Castaldi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Banca Etruria, Monti: “Boschi chiarisca, si valuti conflitto di interessi. Commissione inchiesta non porterà risultati”

next
Articolo Successivo

Forza Italia resta senza casa, abbandona la sede di San Lorenzo in Lucina. Licenziati 81 dipendenti, salvi forse in 10

next