Salvatore Riina è stato ricoverato all’ospedale di Parma per un malore. Il capo dei capi non potrà dunque essere ascoltato il prossimo 17 dicembre al quarto processo Borsellino per la strage di via D’Amelio, che si sta celebrando davanti alla corte d’Assise di Caltanissetta. A renderlo noto è stato l’avvocato difensore, Luca Cianferoni.

Il boss, detenuto al 41bis nel carcere della città emiliana, è stato colpito da una crisi respiratoria ed è stato sottoposto a una ossigenoterapia. Le sue condizioni sono migliorate, e potrebbe essere già dimesso dall’ospedale tra martedì sera e mercoledì 16 dicembre. Già nel marzo 2014, il boss stragista venne ricoverato per un malore, ma subito dimesso.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Mafia, Dia: “In un anno sequestri per 2,6 miliardi”. Expo, a Milano 133 interdittive

prev
Articolo Successivo

‘Ndrangheta, 36 fermi contro la cosca Cinquefrondi: “Ramificazioni a Verbania”

next