In questo mare di case editrici che chiudono, di librerie che chiudono, di librai che cambiano lavoro, di scrittori che non trovano pace, di cronisti che non riescono a pubblicare libri-reportage perché le loro proposte sono poco commerciali, ho trovato una fiammella di luce, di speranza. Si tratta di un posto nuovo, giovane e bello, si tratta di una casa editrice che ha dietro menti fresche e brillanti, che si svegliano già con le maniche rimboccate, e si danno da fare per pubblicare cose di livello, di assoluta qualità, e resistono e vivono. Con l’argomento calcio come pretesto, per raccontare altro, per raccontare storie di vita. E’ la Urbone Publishing, con due titoli di spessore, scritti da Vincenzo Paliotto: si tratta di ‘Stasi Football Club’ (un libro che racconta il calcio nella ex-Ddr, al di là del muro di Berlino) e ‘Estadio Nacional’ (con il Cile protagonista, e le sue terre sotto la dittatura militare sanguinosa). Ma ci sono anche “Storie di tifosi dipendenti dai sogni” (di Simone Togna) e ‘Il ragazzo che non giocò la finale’ (di Danilo de Nardis), il primo è un libro sulla passione per il mondo del calcio e sulla capacità dei protagonisti delle trenta storie narrate di aver conseguito quella felicità che pervade il corpo grazie al raggiungimento di un obiettivo che poteva sembrare quasi utopistico per attraversato fisicamente tutto il globo terrestre per poter assistere ad uno specifico match, con l’importanza di essersi aperti al mondo, in angolo della terra. Il secondo con l’isola di Montserrat nel Mar dei Caraibi e l’eruzione del suo vulcano, e la partita di calcio alle pendici dell’Himalaya in concomitanza con la finale dei Campionati del mondo di Corea e Giappone in quel di Yokohama, che deciderà qual è la squadra più debole del ranking Fifa.

Poi c’è la ‘Herkules Book‘, che ha appena pubblicato la seconda edizione del mio ‘Prossima fermata Highbury’ con al prefazione prestigiosa di Desmond Morris: è una casa editrice appena nata, guardate il loro sito, vedrete di cosa parlo. E infine c’è la ‘HellNation libri‘ che fa parte del marchio Red Star Press, che ha già alcuni titoli molto interessanti all’attivo: tra cui ‘Essere Skinhead‘ (di Ruggero Daleno) e Ultrà (di Valerio Marchi). Se avete nuove case editrici da segnalarmi, luoghi di lettura poco conosciuti, nuovi ritrovi, aspetto vostre indicazioni per andarli ad esplorare. Nel web o reali. Tanto è la stessa cosa…

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Promesse del calcio – Alberto Picchi, classe ’97, nel ricordo di ‘Armandino’

prev
Articolo Successivo

Giornata contro la violenza sulle donne 2015, la parola agli sportivi

next