Torna a salire la tensione nei Territori occupati. Due israeliani sono stati uccisi in un’auto nei pressi di Beit Furik, nei dintorni di Nablus, in Cisgiordania. A bordo c’erano anche 4 bambini che sono rimasti illesi ma sono stati ricoverati in stato di shock. Le die vittime, secondo i media, sono i genitori. Il portavoce militare israeliano parla di “attacco terroristico“.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l’auto con a bordo i due genitori è stata attaccata a colpi di arma da fuoco esplosi da un’altra auto o da un cecchino appostato vicino. L’esercito – che ha confermato la morte dei due israeliani – sta setacciando la zona per trovare i responsabili. La zona dell’attacco è quella compresa tra i due insediamenti di Alon Moreh e Itamar. L’attacco è avvenuto poco dopo il discorso di Benjamin Netanyahu all’Assemblea Generale dell’Onu.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Usa, sparatoria in college in Oregon: “13 morti, 20 feriti. Ucciso l’aggressore”

next
Articolo Successivo

Afghanistan, precipita aereo Usa: 11 morti. Talebani: “Siamo stati noi, uccisi gli invasori”

next