È finita in tragedia un’arrampicata sul Col dei Bos, in provincia di Belluno: un alpinista è precipitato nel vuoto per 40-50 metri perdendo la vita. L’uomo stava risalendo come primo di cordata la via Ada quando è volato a tre tiri dalla fine, cadendo nel vuoto e sbattendo sulla parete. All’incidente, avvenuto intorno alle 12.30, hanno assistito alcuni testimoni  hanno contattato il 118, che ha inviato l’elicottero dell’Aiut Alpin Dolomites di Bolzano.

L’alpinista precipitato è stato recuperato dall’elicottero di soccorso e trasportato alla base della montagna, ma ha perso la vita per la gravità dei traumi riportati nella caduta, causata probabilmente dallo staccamento di una lastra di roccia su cui si stava tenendo. Anche i due compagni con i quali stava scalando sono stati portati a valle. La cadavere è stato quindi trasportato dal soccorso alpino di Cortina fino alla strada dove attendeva il carro funebre.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Verona, 100mila euro in strumenti musicali. A carico del sistema sanitario. Il medico-compositore uomo di Giovanardi

prev
Articolo Successivo

Muore dopo aver mangiato alla Festa del Pd, indagato il segretario di Follonica

next