Dopo il sospetto boicottaggio di ieri durante il GP di Ungheria denunciato dal telecronista Rai Gianfranco Mazzoni, i tifosi ferraristi indignati lanciano una campagna on line e intimano Bernie Ecclestone a rispettare la Ferrari.

Ecclestone-pugile-suonato

Ecco la petizione #SupportFerrari

Bernie Ecclestone, patron della Formula 1, dopo una lite con Maurizio Arrivabene della Ferrari avrebbe ordinato alla regia dell’Hungaroring (Gran Premio di Ungheria) di inquadrare le Rosse il meno possibile: questo nonostante Vettel abbia dominato la gara vincendola! La FOM (Formula One Management), di cui Ecclestone è CEO, deve dare subito spiegazioni nel rispetto di tutti i telespettatori e deve garantire che episodi di questo tipo non accadranno mai più! Ci uniamo allo sdegno del telecronista Rai Gianfranco Mazzoni: “Tutto questo è vergognoso”! Bernie Ecclestone potrà ricevere il messaggio attraverso più mezzi: social network, giornali, TV, radio, pubblicità online, manifesti, volantini, uomini sandwich e altri canali capaci di generare un rumore mediatico tale da non poter essere ignorato.

Tutti i ferraristi sono chiamati a supportare la campagna a questo link. Già migliaia le adesioni.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Gp Ungheria: Ferrari vincente ma ‘piedi a terra’!

prev
Articolo Successivo

Formula 1 news, Ecclestone contro Ferrari: le quattro ipotesi del dissidio

next