Mi capita di confondermi, di non sapere più chi sono, mi capita di chiedere l’autografo alla mia solitudine, vivo in questo monolocale arioso che è anche lo studio della Chisciotte (sulla porta ho messo la targhetta Produzioni Chisciotte), un laboratorio di sconfitte personali, di amori andati a male, e di slanci abissali verso – quella cosa chiamata poesia – come diceva Orten, un grande poeta morto giovane, troppo giovane, ma forse tutti i poeti muoiono giovani, anche a 90 anni.

La mia videocamera che ho ribattezzato ‘Valéry‘ mi fa compagnia, l’accendo e nascono questi film, questi frammenti visivi e carnali creati dalla mia immaginazione. Così passa il tempo e passo anche io senza fermarmi al rosso, sperando in un incidente con me stesso. Per tramortirmi e forse rinascere. Perché sento il bisogno di raccontarmi? Per sentirmi meno solo?

Aforisma del giorno
Pronuncia queste parole: “Sono vivo”. E non farti smentire da nessuno, nemmeno dalla morte.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lucio Lombardo Radice e Goffredo Fofi da vicino

next
Articolo Successivo

Lost in Revolution, viaggio da Genova a Kiev con le ucraine d’Italia

next