La trattativa è anche uno stato di necessità per le nostre classi dirigenti che, invece, di fare la guerra alla criminalità organizzata per vincerla ti dicono “ma che se matto? Quelli ricominciano a sparare”. E poco importa che noi abbiamo 350mila uomini in armi che potrebbe sconfiggere camorra, ‘ndrangherta e mafia che insieme hanno massimo 40mila uomini. E così ancora oggi il sistema italiano di combattere la criminalità organizzata è solo quello di mettersi d’accordo”. Queste le parole del direttore de Il Fatto Quotidiano Marco Travaglio, intervenuto a Napoli alla proiezione del film-documentario “La trattativa” di Sabina Guzzanti. Tra gli ospiti anche il pm del processo sulla trattativa Stato-mafia Nino Di Matteo, accolto da un lungo applauso. “La magistratura – ha detto – deve accertare la verità anche e soprattutto su fatti che solo apparentemente sono lontani, ma che continuano ad avere i loro effetti ancora oggi”. “La trattativa continua ancora oggi?”, si chiede invece il sindaco di Napoli Luigi de Magistris il quale sottolinea anche i troppi segreti legati ancora alle stragi. “L’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano – spiega il sindaco – è uno di quelli che, avviando l’iter per la distruzione delle sue intercettazioni telefoniche, ha oggettivamente e soggettivamente ostacolato il processo sulla trattativa”  di Fabio Capasso

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pene e sentenze, le colpe dei politici ricadono sui giudici

next
Articolo Successivo

Concordia, i giudici: “L’inchino voluto da Schettino fu una scelta criminale”

next