Ha ucciso a colpi di pistola due passanti, un’anziana e un ciclista, e si è dato alla fuga a bordo della sua Mercedes decappottabile dopo aver minacciato altre persone. E’ successo nel distretto di Ansbach, in Baviera, sud della Germania. Dopo una caccia all’uomo durata alcune ore la polizia lo ha arrestato e ora cercherà di ricostruire la ragione dei due omicidi, avvenuti in due località diverse, Leutershausen e Rammersdorf. L’assassino ha 47 anni e, secondo quanto comunicato dalle autorità, presenta segni di squilibrio mentale.

Durante la fuga in auto, l’uomo ha minacciato altre due persone senza conseguenze e a bordo del veicolo aveva anche altre armi. In tarda mattinata si è fermato a un distributore di benzina nei pressi di Bad Windsheim, località a circa trenta chilometri di distanza da Leutershausen. Dopo aver minacciato gli impiegati del distributore ha posato la pistola che aveva con sé sul bancone. La fermezza di un dipendente nel prendere l’arma ha permesso a due meccanici del distributore di bloccare l’uomo e di consegnarlo alla polizia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ucraina, rispunta l’alleanza nazi-islamica. “L’Isis a fianco delle brigate neofasciste”

next
Articolo Successivo

Eni, in Nigeria 12 morti per un’esplosione durante i lavori a un oleodotto

next