Fischietti, urla, cartelli e magliette con le scritte “Libertà di insegnamento” e “Diritto allo studio”. Nell’aula di Palazzo Madama va in scena la protesta delle opposizioni durante la discussione sul ddl Buona Scuola sul quale il governo ha posto la questione di fiducia. Da una parte Sel che tira fuori fischietti, campanelli e magliette. Dall’altra il Movimento Cinque Stelle e Lega Nord che, nella confusione generale, espongono cartelli “Bocciato. Pinocchio Renzi” rimossi poi dai commessi d’aula   di Annalisa Ausilio

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Scuola, Giovanardi: “Fiducia a rischio? No, governo si è impegnato a cancellare educazione di genere”

next
Articolo Successivo

Disabili, stranieri e medie: ecco i punti che la riforma della scuola ha dimenticato

next