Più di 250mila cittadini britannici dicono “no” alle nuove misure di austerity del governo Cameron. Nelle strade di Londra e Glasgow i manifestanti protestano contro la riduzione della spesa pubblica, voluta del ministro delle Finanze George Osborne che prevede riduzioni di budget e tagli per sanità e scuola.”Non ci fermeremo finché i servizi non torneranno in mano pubblica – ha riferito alla Press Association uno degli organizzatori, Sam Fairbairn – Questo è solo l’inizio di una campagna di proteste, scioperi e disobbedienza civile che coinvolgerà tutto il Regno Unito”.

Presente anche il comico e attivista Russell Brand, il vice presidente dell’Irlanda del Nord, ex leader dell’Ira e figura di spicco del movimento indipendentista Sinn Féin, Martin McGuinness, e la cantante Charlotte Church che si è detta vicina a “chi pensa che questa politica di tagli sia immorale, ingiusta e non necessaria”.

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Austria, suv piomba sulla folla a Graz, tre morti: “Nessun fanatismo, si tratta di psicosi con risvolti familiari”

next
Articolo Successivo

Usa, spunta il proclama della razza del killer di Charleston: “Non c’è nessun vero Ku Klux Klan qui, ho dovuto agire io”

next