“Il Jobs act è stato applicato anche in Grecia e ha avuto conseguenze disastrose. Noi seguiamo quello che succede in Italia e vediamo che il governo sta applicando misure già eseguite in Grecia negli ultimi cinque anni”. Così, ospite della festa della Cgil a Bologna, il responsabile delle relazioni internazionali per il lavoro di Syriza, Trachanatsis Efstathios, ha criticato duramente la misura del lavoro che “non porterà a uno sviluppo e che, anzi, aumenterà la disoccupazione e creerà più problemi”. “Per questo – ha aggiunto Trachanatsis Efstathios – è molto importante che i sindacati di tutto il Sud Europa facciano fronte comune e lottino tutti insieme per avere delle politiche che sostengano lo sviluppo e il lavoro”. Tra gli invitati, anche il segretario di Podemos Madrid, Jesus Montero. “Aspettiamo che anche in Italia i movimenti rifiutino quello che in Spagna abbiamo chiamato ‘austericidio‘ – ha spiegato – ma al momento non saprei identificare un possibile alleato nel vostro Paese”  di Giulia Zaccariello

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Corruzione, Mattarella ai prefetti: “Sfida ineludibile sradicare ogni fenomeno”

prev
Articolo Successivo

Elezioni 2015, Matteo Renzi come Frank Underwood di House of Cards: divisa mimetica, camicia azzurra e videogiochi

next