“Nelle nostre liste non c’è nessuno che è condannato, nessuno che è indagato, ma quale cazzo è il problema? Opportunità? Io per opportunità non voterei nemmeno Schifani o Lupi, eppure stanno nella maggioranza. Che Paese di merda, fanno venire proprio lo schifo”. Così il candidato Pd alla Regione Campania Vincenzo De Luca poco prima dell’inizio di un comizio elettorale a Napoli. De Luca affida il suo pensiero al suo ex avversario alle primarie, l’europarlamentare Andrea Cozzolino, che suona come una critica alle posizioni del premier Matteo Renzi sugli impresentabili che affollano le liste del centrosinistra. Pensiero ribadito poi con meno rabbia anche al pubblico in sala. “De Mita? Noi abbiamo fatto un’alleanza politica con l’Udc, forse è il caso di ricordare che l’Udc fa parte della maggioranza che sostiene il governo Renzi”. “Ci sono molti interessi anche al di fuori della Campania – conclude De Luca – guardano con preoccupazione perché se succede quello che deve succedere, qui facciamo la rivoluzione”  di Fabio Capasso

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Regionali Campania, l’alfabeto dei candidati impresentabili. Dalla A alla Z

next
Articolo Successivo

Jonghi Lavarini, ‘il barone nero’: “Saluto fascista? Bello e solare. Un gesto d’amore”

next