Traffico in tilt a Roma per lo sciopero del trasporto pubblico. Chiuse due linee della metro (A e C), disagi per chi prende i bus. Code e rallentamenti si stanno registrando dal centro alla periferia. Passeggeri esasperati hanno occupato i vagoni della metropolitana alla stazione di Anagnina. “L’Atac ci ha rilasciato un foglio di dichiarazione di ritardo che attesta che il servizio ha subito un blocco dovuto a interruzione causa sciopero dalle ore 8.15 – racconta all’Adnkronos una delle persone all’interno del convoglio – praticamente, un attestato di incapacità a gestire i turni per garantire al cittadino il servizio fino alle 8.30”, orario che era stato indicato per l’inizio dello sciopero. Orario non rispettato, visto che la metropolitana A, a quanto denunciano gli utenti, da Anagnina ha interrotto il servizio alle 8,15. Altrove, i passeggeri sono stati scaricati alla fermata raggiunta alle 8.30, invece di terminare la corsa. Proteste dei passeggeri anche alle stazioni di Arco di Travertino e Barberini
(video tratti da Codacons)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Diaz, breve commento a margine dopo la condanna europea

next
Articolo Successivo

Migranti, i volontari di Reggio Calabria: ‘Non ci sono risorse per gestire l’emergenza’

next