Rubrica mensile che nasce per mettere in risalto l’immagine con la quale fumettisti, cantautori, scrittori e artisti in generale hanno scelto di rappresentare la figura del migrante, tra immagini, musica e parole.

Oggi pubblichiamo una vignetta di Andrea Clanetti, pittore figurativo veneziano trasferitosi a Bruxelles nel 2007. Dal 2010 le sue opere occupano uno spazio permanente nella galleria d’arte L’Entrepôt, nel Principato di Monaco. I suoi lavori si ispirano al mondo del cinema, della musica e della Pop Art e vantano numerose esposizioni in diversi paesi europei.

Vignetta di Andrea Clanetti
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Articolo 32 è Emergency

prev
Articolo Successivo

Unioni civili, M5S e Pd approvano il testo base. Contrari Fi, Lega e Ncd

next