Il colpo, l’inseguimento, poi lo schianto in auto. Si è conclusa con due banditi morti e altri due feriti gravi la rapina a uno sportello della Cooperativa di Credito di Monastier e Silea, in provincia di Treviso. I quattro, italiani, stavano cercando di fuggire alle pattuglie dei carabinieri dopo aver fatto esplodere il bancomat, quando la loro auto è uscita di strada subito dopo una curva – forse a causa dell’alta velocità – ed è finita in una scarpata. L’incidente è avvenuto intorno alle 4 e 30 a Roncade, nel Trevigiano.

Secondo i primi accertamenti dei militari dell’Arma, le vittime, così come i due feriti, facevano parte di una banda di “giostrai”. Due banditi sono morti sul colpo mentre gli altri due sono ricoverati in ospedale. Le indagini sono condotte dai carabinieri della Compagnia di Roncade e del Comando Provinciale di Treviso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Udine, omicidio-suicidio: gioielliere spara a finanziere. Stampa locale: “Vendetta”

next
Articolo Successivo

Prato, commando armato rapina bisca clandestina e sequestra 21 clienti cinesi

next