Confessione d’amore e promessa di fedeltà di chi ha deciso con forza di restare in questa Italia. Per la colonna sonora di lunedì 17 novembre, Domenico Imperato sceglie “Madame Sitrì (Bella Livorno)” di Bobo Rondelli. “Perché questa canzone”, spiega Imperato, “è una sintesi di bellezza e semplicità. Un equilibrio riuscitissimo, in ritmo ternario, tra melodia e poesia. Una confessione d’amore e una promessa di fedeltà che Bobo Rondelli dedica alla sua città, Livorno. Mi piacerebbe pensare che la ‘Bella Livorno’ della canzone potesse diventare per estensione l’Italia intera. In questo momento, in cui dal nostro Paese pare si debba solo scappare, la promessa di restare suona lieve, forte e speranzosa. L’Italia deturpata, violentata e affamata dalla mediocrità e dalla corruzione ha bisogno di cullarsi e darsi forza in questo canto coraggioso e vero”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Il Fatto del Lunedì, Max Paiella: ‘La musica (non) è finita’

prev
Articolo Successivo

Stefano Mingardo, morto il Giorgione di Bomber. Il discorso motivazionale

next