Sarà possibile tenere accesi sugli aerei telefoni cellulari e tablet in modalità connessa, senza doverli spegnere o disconnettere. Lo ha deciso la Easa, l’agenzia europea per la sicurezza aerea. Smartphone, tablet, laptop, e-reader e player Mp3 si potranno tenere accesi in tutte le fasi del volo, ma spetterà alle compagnie decidere se autorizzare l’utilizzo degli apparecchi elettronici a bordo e ci potranno essere quindi differenze tra vettore e vettore. Non è escluso che possano esserci ancora limitazioni all’uso “non stop” dei dispositivi dall’imbarco all’atterraggio: dipenderà anche dalla presenza o meno del wi-fi sull’aereo e dall’autorizzazione del singolo comandante. Quel che conta, comunque, è che ora le norme Ue lo consentono. 

Lo scorso novembre l’Easa, sulla scia di una decisione della Federal Aviation Administration statunitense, aveva già dato il via libera all’utilizzo di cellulari e tablet durante tutte le fasi del volo ma in modalità Flight Mode, quindi non per telefonare o usare la rete internet.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lampedusa: cara Figc è ora di dare un calcio all’indifferenza

next
Articolo Successivo

Hugo Chávez, il profumo dell’eternità

next