“Noi non pensiamo a Margaret Thatcher, noi stiamo pensando a quelli a cui non ha mai pensato nessuno. Sono i diritti di chi non ha diritti quello che ci interessa: li difenderemo in modo concreto e serio”. Così il premier Matteo Renzi in un video pubblicato su Youtube risponde all’accusa dei sindacati sulla riforma del mercato del lavoro. Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, ha infatti accusato il premier di avere “un po’ troppo in mente la Thatcher”. E nel video Renzi risonde: “Non siamo impegnati in uno scontro del passato, ideologico, non vogliamo il mercato del lavoro di Margareth Thatcher – replica alla Cgil – ma un mercato del lavoro giusto, con cittadini tutti uguali”

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Jobs Act, Camusso: “Renzi come Thatcher. Sfidiamo il governo su riforma statuto”

prev
Articolo Successivo

Il giorno in cui ti hanno licenziato – Raccontaci la tua storia

next