A poche ore dal match contro la Costa Rica, che vale un posto in semifinale, il tecnico dell’Olanda Van Gaal è ancora indeciso se schierare o meno Van Persie. L’attaccante, infatti, non si allena da due giorni per una contrattura alla coscia, ma vuole esserci a tutti i costi, altrimenti dentro Huntelaar. L’infortunato De Jong verrà sostituito da De Guzman, anche Sneijder non è al meglio. Per la Costa Rica l’unico cambio è legato alla squalifica di Duarte, al suo posto Barrantes.

L’ Olanda per continuare a sognare, la Costa Rica per stupire ancora una volta il mondo intero. Questa sera, alle ore 22 italiane, Oranje e Ticos si affrontano all’Arena Fonte Nova di Salvador nell’ultimo quarto di finale del Mondiale brasiliano. Le due formazioni non si sono mai sfidate in una rassegna continentale: l’Olanda è arrivata in tre occasioni in finale (1974, 1978 e 2010) ma non è mai riuscita a conquistare la Coppa del Mondo, per la Costa Rica invece i quarti sono il miglior risultato della storia (solo nel 1990, in Italia, la formazione guidata da Bora Milutinovic era riuscita ad arrivare agli ottavi).

Le probabili formazioni di Olanda-Costa Rica (5 luglio, ore 22.00):

Olanda (5-3-2): Cillessen; Verhaegh, Vlaar, De Vrij, Martins Indi, Blind; Wijnaldum, De Guzman, Sneijder; Van Persie, Robben. A disp.: Krul, Vorm, Janmaat, Kongolo, Veltman, Clasie, Fer, Kuyt, Depay, Lens, Huntelaar. Ct: Van Gaal.

Costa Rica (5-3-2): Navas; Gamboa, Acosta, Gonzalez, Urena, Umana; Bolanos, Tejeda, Borges; Ruiz, Campbell. A disp.: Pemberton, Cambronero, Mirye, Francis, Barrantes, Granados, Calvo, Cubero, Brenes, Miller. Ct: Pinto.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Argentina – Belgio, è sfida tra Hazard e Messi per la semifinale

next
Articolo Successivo

Brasile 2014, l’eroe dell’Olanda Krul: “Ripagata la fiducia di Van Gaal”

next