Continua l’emergenza profughi in Stazione Centrale a Milano. Negli ultimi giorni, complici i continui sbarchi al Sud di immigrati richiedenti asilo provenienti dalla Siria, la stazione è stata invasa da centinaia di profughi intenzionati a raggiungere l’Europa settentrionale. Ma quel che denunciano è la mancanza di informazioni utili per farlo. D’altro canto il gruppo di lavoro messo in stato d’allerta dal Comune di Milano – lasciato solo a gestire l’emergenza – cerca di fare il possibile, individuando centri di prima accoglienza dove i profughi, tra i quali molte donne con bambini, possono trovare assistenza immediata  di Fabio Abati

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Immigrati, scontri con la Polizia al sit-in per i rifugiati del Cara di Roma

next
Articolo Successivo

Fecondazione eterologa, i giudici: “Diritto ad avere figli è incoercibile”

next