Un risultato straordinario. Oltre ogni attesa. Ma il mio pensiero va alle tante brave persone e sostenitori del Movimento 5 stelle. Molte delle vostre idee e del vostro malcontento è condivisibile e  giusto. Il Pd con le sue dialettiche interne, anche aspre, ha dimostrato di sapersi rigenerare e dare risposte.

Un Pd oltre il 40% dei consensi non era neanche ipotizzabile. Un consenso enorme e su tutto il territorio. Il Movimento 5 stelle ha pagato la mancanza di incisività e di proposte di Grillo. Le continue e ripetute offese e denigrazioni senza mai parlare di Europa.

I numeri sono chiari. I grillini hanno perso circa 3 milioni di voti rispetto alle ultime politiche. Il Pd invece ha preso ben 3 milioni di voti in più. Un dato forte e chiaro.

Ed allora un invito agli amici grillini: eliminate le offese e la rabbia, apritevi e discutete di politica insieme a noi. Gli insulti non vi servono. Avete validi argomenti. Non abbiate il timore di criticare Grillo. In un movimento e in un partito non può esistere un pensiero unico. Le vostre continue epurazioni e contraddizioni vi hanno danneggiato in  maniera pesante. Utilizzate questo segnale per riflettere e non perseverare. Altrimenti le vostre importanti energie andranno inesorabilmente disperse.

Avete un’importante patrimonio elettorale che non potete buttare per la vostra rabbia cieca. Abbiate il coraggio di fare autocritica e non gridate al solito complotto. La politica è democrazia e partecipazione.

Il Pd in questo ultimo periodo ha saputo soffrire e mettere in campo i suoi uomini migliori. Ha saputo rigenerarsi e fare autocritica. Cerca di governare nonostante tutto e tutti. L’Italia ha dato un inconfutabile segno di cambiamento. Forza Italia è praticamente inesistente.

Cari amici grillini, ascoltate il consiglio: aprite un nuovo dialogo e lasciate da parte i continui insulti. Dateci una mano a sollevare le sorti di questo Paese. I no continui non servono a voi e non servono al Paese.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Grillo mima pugnalata a cuore. Di Battista: “Momenti duri. Provo un dolore vivo”

next
Articolo Successivo

Europee 2014, il Pd conquista 2 milioni e mezzo di voti. I 5 Stelle ne perdono 3

next