Forse è bene ricordarlo. Il 25 maggio prossimo si vota per le elezioni Europee. Si è bene rammentarlo a molti e in questo caso anche a Grillo. I temi delle elezioni di solito devono essere attinenti alla competizione alla quale si partecipa.

Va bene tutto. Ma se Grillo vuole ergersi a paladino della correttezza e della trasparenza dovrebbe almeno evitare di scendere nella bassa demagogia spicciola oltre a continuare a proferire le continue imprecazioni ed offese. Tanti temi che vengono affrontati da Grillo sono interessanti e meritano rispetto ma certi slogan lasciano veramente il tempo che trovano.

Quando il Movimento 5stelle dice per bocca del suo leader: se vinciamo le Europee chiediamo il Governo sa benissimo di mentire ai cittadini.

Grillo sa benissimo che non si vota per il Parlamento Italiano. Ergo i numeri all’interno delle Camere rimangono uguali e immutati a prescindere dal risultato elettorale delle Europee.

Far passare un messaggio demagogico e forviante è francamente non serio. Sono slogan vuoti e senza senso che cercano di carpire la buona fede degli elettori.

Da Grillo mi sarei aspettato argomentare su questioni di politica europea e su quello che vuole fare realmente.

Ad esempio con quale gruppo europeo si schiererà il Movimento 5stelle. Eh si. Non è un fatto di poco conto e per tanti motivi. Il Movimento Grillino ha sempre detto di non essere un partito. Bene ora alle Elezioni Europee tutto cambierà per forza. Ma questa scelta ancora non è chiara a nessuno del Movimento e all’opinione pubblica.

Una scelta dovrà essere fatta inevitabilmente. Altrimenti sarà un altro buco nell’acqua. Grillo eleggerà qualche europarlamentare e non farà nulla di concreto e non inciderà minimamente. Diversamente entrerà in un gruppo politico europeo e a certe ideologie dovrà aderire e rispecchiarsi.

Pertanto, caro Grillo lascia perdere i tuoi grandi giochini di offese e demagogia e affronta il vero nodo politico delle Europee.

Facci sapere dove si collocherà il Movimento 5stelle in Europa. Informa l’opinione pubblica delle Tue reali intenzioni.

Altrimenti è solo e sempre la solita fuffa. 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili