Profondo Oklahoma o, se volete, no man’s land. Una mater familias (Meryl Streep, wow!) tutta pillole, mania di controllo e cattiveria; la figlia più grande (Julia Roberts, brava) che le assomiglia, le tiene testa, eppure non c’è rimedio; la figlia di mezzo (Juliette Lewis) che si innamora sempre dell’uomo sbagliato; la figlia più piccola (Julianne Nicholson) che progetta di trasferirsi a New York con il cugino gigino (Benedict Cumberbatch).

Sono le donne della famiglia Weston, hanno anche un marito e padre (Sam Shepard), ma l’altra metà del cielo, la loro, si prende tutto: matriarcato imperante, fatto di parole lancinanti, opere manchevoli e omissioni devastanti. È I segreti di Osage County, diretto da John Wells, prodotto da George Clooney e scritto dal fantastico Tracy Letts a partire dalla sua pièce omonima, già premio Pulitzer. Film di ottimi attori– ci sono anche Ewan McGregor e gli strepitosi zii Chris Cooper e Margo Martindale – e sapiente scrittura, manda agli annali qualche battuta muriatica e scotenna il politically correct: psicofarmaci e vecchi merletti, fatevi sotto.

Il Fatto Quotidiano, 30 Gennaio 2014

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Festival di Berlino 2014, Martin Scorsese con un documentario in attesa degli Oscar

next
Articolo Successivo

Chaplin, 100 anni fa sul grande schermo appariva per la prima volta Charlot

next